Iscrizione nelle liste elettorali aggiunte di cittadini comunitari

Data:
31 Agosto 2020

Di cosa si tratta?

I cittadini di uno Stato membro dell’unione Europea  residenti nel territorio comunale, possono esercitare in Italia il diritto di voto per l’elezione del Parlamento Europeo e per l’elezione degli organi comunali.
In tal caso devono richiedere presso il proprio comune di residenza l’iscrizione in apposite liste elettorali aggiunte. E’ possibile chiedere l’iscrizione anche ad una sola lista elettorale aggiunta, cioè chiedere di esercitare il diritto di voto alle sole elezioni europee o alle sole elezioni comunali.

In caso di accoglimento della domanda, l’Ufficio elettorale provvederà all’iscrizione nella prima revisione dinamica utile delle liste elettorali aggiunte (di norma  a gennaio, luglio e 30 giorni prima dello svolgimento delle consultazioni elettorali). All’iscrizione seguirà l’emissione di un’apposita tessera elettorale che verrà notificata al domicilio dell’elettore tramite messo notificatore.

Affinché il cittadino sia ammesso al voto, nel caso di elezione del Parlamento Europeo deve presentare la propria istanza non oltre i 90gg precedenti la votazione mentre, nel caso di elezioni comunali, dovrà presentare la propria richiesta non oltre il 5° giorno successivo all’affissione del manifesto di convocazione dei comizi elettorali (di norma 45 giorni prima delle elezioni).

I cittadini dell’Unione inclusi nell’apposita lista vi restano iscritti fino a quando non chiedono di essere cancellati o fino a che non siano cancellati di ufficio nei casi previsti dalla legge.

Iscrizione nelle liste elettorali di cittadini dell’Unione Europea per l’elezione degli Organi Comunali

In attuazione alla direttiva della Comunità Europea n. 94/80, il D.lgs 12 aprile 1996, n. 197 ha stabilito le modalità di esercizio del diritto di voto e di eleggibilità alle elezioni comunali per i cittadini membri dell’Unione Europea che risiedono in Italia.
La domanda di iscrizione può essere presentata in ogni tempo e, in occasione del rinnovo del Consiglio Comunale, non oltre il quinto giorno successivo alla affissione del manifesto di convocazione dei comizi elettorali.

In caso di domanda tardiva alla lista aggiunta, il cittadino comunitario sarà iscritto nella corrispondente lista elettorale in occasione della prima revisione elettorale dinamica utile e potrà chiedere di essere ammesso al voto compilando l’apposita domanda di rilascio di attestazione da parte del Sindaco.

I vincoli per l’accesso al servizio sono:

– essere cittadino dell’Unione Europea
– essere residente ad Apollosa

Nel caso di elezioni comunali, il cittadino dovrà presentare la propria richiesta non oltre il 5° giorno successivo all’affissione del manifesto di convocazione dei comizi elettorali (di norma 45 giorni prima delle elezioni).

Qualora l’istanza sia tardiva e non consenta il voto per le prime elezioni, ad iscrizione avvenuta, e per le elezioni successive, il Comune di Apollosa provvederà comunque alla consegna al domicilio della tessera elettorale prima della data fissata per le consultazioni elettorali future. Per esercitare il diritto di voto la tessera elettorale dovrà essere presentata al seggio, unitamente ad un documento d’identità.

Dall’atto di presentazione della domanda, il silenzio del Comune per i successivi 10 giorni equivale ad accoglimento implicito della richiesta. Il richiedente, quindi, matura certezza dell’ottenimento del proprio diritto indipendentemente dai periodi preposti per l’aggiornamento delle liste elettorali e dal ricevimento della tessera elettorale. L’iscrizione avviene nella prima revisione dinamica utile (di norma gennaio, luglio o 30 giorni prima delle consultazioni elettorali).

In caso di non accoglimento della domanda, entro 10 giorni dalla presentazione della richiesta il Comune notificherà al cittadino i motivi del rifiuto e l’indicazione dell’autorità competente per il ricorso.

La domanda deve essere presentata utilizzando l’apposito modulo reperibile nella modulistica allegata.

Iscrizione nelle liste elettorali di cittadini dell’Unione Europea per l’elezione del Parlamento Europeo

In attuazione alla direttiva della Comunità Europea n. 93/109, il D.lgs 24 giugno 1994, n. 408 ha stabilito le modalità di esercizio del diritto di voto e di eleggibilità all’elezione del Parlamento Europeo per i cittadini membri dell’Unione Europea che risiedono in Italia.
La domanda di iscrizione deve essere presentata al Sindaco del comune di Apollosa entro il novantesimo giorno anteriore a quello delle votazioni.

I vincoli per l’accesso al servizio sono:

– essere cittadino dell’Unione Europea
– essere residente ad Apollosa

Affinché il cittadino sia ammesso al voto, nel caso di elezione del Parlamento Europeo deve presentare la propria istanza non oltre i 90gg precedenti la votazione.

Qualora l’istanza sia tardiva e non consenta il voto per le prime elezioni, ad iscrizione avvenuta, e per le elezioni successive, il Comune di Apollosa provvederà comunque alla consegna al domicilio della tessera elettorale prima della data fissata per le consultazioni elettorali future. Per esercitare il diritto di voto la tessera elettorale dovrà essere presentata al seggio, unitamente ad un documento d’identità.

Dall’atto di presentazione della domanda, il silenzio del Comune per i successivi 10 giorni equivale ad accoglimento implicito della richiesta. Il richiedente, quindi, matura certezza dell’ottenimento del proprio diritto indipendentemente dai periodi preposti per l’aggiornamento delle liste elettorali e dal ricevimento della tessera elettorale. L’iscrizione avviene nella prima revisione dinamica utile (di norma gennaio, luglio o 30 giorni prima delle consultazioni elettorali).

In caso di non accoglimento della domanda, entro 10 giorni dalla presentazione della richiesta il Comune notificherà al cittadino i motivi del rifiuto e l’indicazione dell’autorità competente per il ricorso.